Trekking tra vie e cammini della Valle d’Itria

Trekking tra vie e cammini della Valle d’Itria. “Discovering Puglia vie e cammini” approda a Martina Franca il 18 e il 25 ottobre.

foto Discovering_Serapia (2)

Domenica ci si ritrova al Bosco delle Pianelle fino a raggiungere, a piedi, l’elegante centro storico di Martina Franca.
C’è tempo sino alle ore 13 di domani, venerdì 16 ottobre, per prenotare la partecipazione al trekking, di circa 18 km, che si snoderà attraverso antichi tratturelli della transumanza.
Il cammino sarà guidato dalla cooperativa Serapia con il patrocinio del Touring Club Italiano. L’iniziativa si inserisce nell’ambito di “Discovering Puglia vie e cammini”, rassegna di itinerari, a piedi e in bici, distribuiti su tutto il territorio regionale e coordinati e promossi dalla Regione Puglia attraverso il braccio operativo di PugliaPromozione.

Il percorso del 18 ottobre partirà alle ore 9.30 dal Centro visite del Bosco delle Pianelle e si svolgerà lungo i sentieri e le mulattiere che attraversano boschi di leccio e di fragno, pascoli, verdi seminativi e macchia mediterranea, fino a raggiungere gli eleganti vicoli rococò della città affacciata sulla Valle d’Itria. Ad accogliere i partecipanti ci saranno rappresentanti della Proloco di Martina Franca all’interno della prestigiosa sede della torre civica, accanto alla Basilica di San Martino. Qui, a coronamento degli sforzi del cammino percorso, il palato dei partecipanti sarà coccolato dal noto bocconotto martinese.

Per prenotare la partecipazione alla passeggiata, gratuita, è necessario contattare la cooperativa Serapia: +393665999514

Come perdere la testa a Martina Franca? Con il Capocollo

Come perdere la testa? Gustando la bomta del Capocollo di Martina Franca. Nel fine settimana sarà possibile gustare la bontà del Capocollo in Piazza XX Settembre

141461

L’evento, organizzato con l’Assessorato alle attività Produttive del Comune di Martina Franca, con il GAL Valle d’Itria, e con la partecipazione attiva della Pro Loco Martina Franca e dell’intero staff della Condotta Slow Food Alberobello Valle d’Itria, sarà una importante vetrina per diverse eccellenze locali e regionali proposte dagli stessi artigiani produttori. Tra queste, la nutrita rappresentanza di Presidi Slow Food provenienti dell’intera Regione.
Alla manifestazione interverranno produttori e prodotti del Parco del Gargano, come il Caciocavallo podolico, le Fave di Carpino, la Musciska e le Confetture di agrumi. Ad esse si aggiungeranno il Pallone di Gravina, il Biscotto di Ceglie, il Pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto, il Pomodoro Regina di Torre Canne, il Fico Mandorlato di S. Michele Salentino, la Cipolla di Acquaviva, il Cece nero della Murgia carsica, e per finire, le pettole e le patate ‘novella di Galatina dop’ al cotto balsamico di Antonio Venneri.

Tra i prodotti del territorio saranno presenti il pane e i prodotti da forno del Panificio San Martino, farine e cereali dell’ Antica Macina, i pluripremiati formaggi e latticini dei F.lli Pioggia e Silvestro Fragnelli, le birre artigianali di Italy snc, lo spumante rosato Syrose di Domenico Bufano e tutta la vasta gamma delle mele Murgina.

Uno stand sarà dedicato alla degustazione guidata di vari oli extravergine dell’ Afp Associazione frantoiani Puglia .
Le due serate saranno arricchite da spettacoli di gruppi folkloristici e artisti per strada dalla Compagnia stabile di Alberobello che saprà attrarre i visitatori con musiche, balli e rappresentazioni in costume che richiamano il passato della nostra civiltà contadina.
Sono previsti, inoltre, laboratori sensoriali che si svolgeranno nel salone della Società artigiana, nelle serate di sabato e domenica, dalle 18 alle ore 22. I laboratori sono gratuiti e aperti a tutti, con il solo obbligo di prenotazione chiamando la Pro loco di Martina al numeo 3661266045. Un modo per conoscere le tecniche di produzione, i segreti e le caratteristiche organolettiche del Capocollo di Martina Franca.
Altra novità di quest’anno è la ciclo passeggiata in Valle d’Itria con il Capocollo: una specie di caccia al tesoro alla conquista del ricercato panino con Capocollo di Martina Franca e premio finale, sempre in capocollo, a chi giungerà primo al traguardo e avrà risposto correttamente alle domande di storia e curiosità riguardante alcuni luoghi visitati lungo un percorso di circa 25/30 km in Valle d’Itria.

Anche quest’anno la manifestazione si avvale del patrocinio della Fondazione Slow Food per la Biodivesità onlus e del Turing Club Italiano. 

Domenica in bici tra le “Bandiere arancioni” della Valle’d’Itria

Domenica in bici attraversando le città pugliesi “Bandiere arancioni”. E’ la passeggiata organizzata dalla cooperativa Serrapia per unire Locorotondo e Cisternino passando per la Ciclovia dell’Acquedotto.

Ciclovia

La partenza è da Locorotondo e, dopo aver attraversato l’archeologica contrada Grofoleo, si pedalerà lungo la Valle d’Itria tra trulli e muretti a secco. E una volta giunti in contrada Figazzano, punto d’avvio della Ciclovia dell’Acquedotto, sarà l’acqua a guidare il gruppo fino a raggiungere piazza Vittorio Emanuele a Cisternino.
L’iniziativa è svolta in collaborazione con il Touring Club Italiano – Brindisi e Nolè Valle d’Itria.
Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica.

Appuntamento ore 9.30 presso piazza Vittorio Emanuele a Locorotondo (Ba). Pranzo a sacco a carico dei partecipanti nella Villa Comunale di Cisternino.
Rientro previsto intorno alle 15:30.
Quota di partecipazione di 8 euro a persona con possibilità di noleggio bici al costo aggiuntivo di 7 euro (20% di sconto per i soci Touring Club Italiano).
È preferibile la prenotazione entro venerdì 9 ottobre telefonando al 3286474719.

“Un bosco per tutti”, tre giorni di attività

“Un bosco per tutti”. E’ il titolo della tre giorni organizzata da diverse associazioni impegnate nella promozione del territorio aderendo al Progetto Sac “La Murgia dei trulli: dal mare alla Valle d’Itria”.

SAC_10_12_Luglio-580x820

Da oggi fino a domenica 12 saranno tante le attività in programma con lo scopo di far conoscere e apprezzare il patrimonio artistico e culturale del centro storico di Martina Franca, ma soprattutto quello ambientale e paesaggistico del Bosco delle Pianelle.

Si parte oggi con i primi laboratori, le escursioni e il birdwatching all’interno della Riserva e si arriva a sera, nella splendida cornice settecentesca di Casa Cappellari (Ospedalletto) nel centro storico, con il concerto duo Fairest Isle, dai Carmine Burana a Pino Daniele, con Giuliana Satta alla voce e Josed Chirulli al piano.

Domani, sabato 11 giugno, al “Bosco” ci saranno attività e giochi per bambini, passeggiate per ammirare il carsismo del luogo e si chiuderà la giornata con un’escursione notturna. Domenica 12 sarà il giorno più ricco di attività, sempre con il bosco protagonista: pittura per bimbi, arrampicate su corda, laboratorio sui rapaci e teatro d’ombre.

Un programma ricco per fare conoscere il territorio della Valle d’Itria e di Martina Franca, in parte ancora sconosciuto.

Tutte le attività sono gratuite, ma a numero chiuso, per cui è necessaria la prenotazione, tranne che per i concerti.

Info: 0804400950 e 3207137976 e 3803285857

“Divingusto”, la Valle d’Itria fa festa di sapori

“Divingusto” e l’elegante campagna della Valle d’Itria fa festa di sapori.

132195

Da domani, 26 giugno, fino a domenica, la masseria Mangiato di Martina Franca, ospita “Divingusto” all’ombra dei trulli. E’ il festival dei sapori pugliesi, del bere e del mangiare bene. Giunto alla settima edizione, è un tuffo  nell’atmosfera d’un tempo, tra degustazioni di prodotti tipici e riscoperte di antichi mestieri, rievocati anche con la messa in funzione di una vecchia mietitrebbia. Non mancherà tanta musica dal vivo, sono previsti spazi creativi per i bambini, incontri tematici e percorsi benessere dedicati alle tecniche dello yoga.

I piatti sono quelli della tradizione, dalla Zampina di Sammichele alle polpette di uova della Valle d’Itria alle immancabili orecchiette fatte a mano, con un’ampia offerta di vini, anche questi rigorosamente pugliesi e ospitati in una vera e propria enoteca. E, per riscoprire un antico modo di socializzare intorno al cibo, sarà allestita una mini-fattoria per i più piccoli, che in uno degli angoli creativi a loro dedicati impareranno persino a preparare loro stessi il tipico pranzo domenicale pugliese nel corso di uno dei laboratori mattutini.

La festa inizierà ogni giorno alle ore 18, con concerti di musica popolare, dj set, finestre sul wellness e degustazioni negli stand, dal tramonto sino a notte inoltrata. Le iniziative del mattino saranno, invece, riservate esclusivamente ai bambini, cui verranno dedicate delle attività anche nel corso della serata. Ma attenzione, perché è obbligatorio iscriversi telefonando al 3409616612, ed è previsto un massimo di 20 partecipanti.

L’accesso alle attività è libero. Info: +390804301150

A Martina Franca si accoglie l’estate passeggiando nel bosco

A Martina Franca si accoglie l’estate passeggiando nel Bosco Orimini.

bosco Orimini

Il bosco si estende lungo i versanti e il fondo della gravina dell’Orimini che in parte saràpercorsa attraversando un tratto con alberi di leccio monumentali e roccia affiorante.
Il percorso continuerà fino alla Masseria Monti Basile, storica masseria dal singolare prospetto quasi arabeggiante, collocata in posizione dominante sulla piana tarantina. L’azienda si caratterizza per l’allevamento di centinaia di capre, tra cui alcune razze autoctone pugliesi come la garganica e la jonica, dalle quali si ottiene il latte direttamente trasformato in masseria per la produzione di formaggi caprini e di latticini freschi.
Il gruppo poi si muoverà lungo i sentieri frequentati dalle capre e tra le radure pascolate dai cavalli murgesi per chiudere l’anello e fare ritorno alle auto.
Il percorso, lungo 3,5 km circa, è di bassa difficoltà.
Si consiglia di indossare abbigliamento comodo, pantaloni lunghi e scarpe da ginnastica.

Appuntamento ore 17.30 sul sagrato della chiesa di San Paolo nella contrada omonima di Martina Franca, raggiungibile dalla S.S. 172 Martina Franca – Taranto (N 40°38’34.79″ – E 17°19’14.53″).
L’evento concluderà alle ore 20.30 circa.

La quota di partecipazione è di 6 euro a persona (3 euro per i bambini da 6 a 10 anni).

E’ preferibile la prenotazione al 3665999514

Solstizio d’estate a rimirar le stelle

Solstizio d’estate a rimirar le stelle con una serata dedicata alla lettura del cielo tra scienza e mito.

cassiopea--220x140

Sabato 20 giugno Mimma Colella, appassionata astrofila, terrà tutti con il naso all’insù in una coinvolgente spiegazione sui miti greci e romani legati alle stelle e alle costellazioni, e aiuterà i partecipanti all’evento a riconoscere la Stella polare, il Grande carro, lo Scorpione e la Cassiopea, per citarne alcune.
Il gruppo sarà ospite della Masseria Ferri. La serata avrà inizio con una degustazione aziendale a base di cialledda (pane raffermo in acqua e insaporito con pomodoro fresco e origano), orecchiette al sugo di pomodoro, basilico e cacioricotta, frittura di verdura, anguria e vino aziendale.

Si consiglia di portare cuscini e stuoie per godere il cielo stellato e di vestire caldi per ripararsi dal fresco della sera.
Appuntamento ore 20 all’agriturismo Masseria Ferri raggiungibile dalla S.P. Martina Franca – Ostuni ( N 40° 42,100′ – E 17° 24,340′) .
L’evento si concluderà alle ore 23.00 circa.
La quota di partecipazione, comprensiva della degustazione, è di 15 euro a persona (10 euro per i bambini da 6 a 10 anni).
E’ preferibile la prenotazione entro venerdì 19 giugno al 3665999514

E fu la notte dei pipistrelli

E fu la notte dei pipistrelli. La cooperativa Serapia, in collaborazione con il Gruppo italiano ricerche chirotteri, organizza per oggi, sabato 13 giugno, una serata dedicata al misterioso mondo dei pipistrelli. 

pipistrelli

Dal tardo pomeriggio al tramonto, sarà possibile passeggiare nella campagna tra Martina Franca e Villa Castelli fino a raggiungere l’imbocco della grotta di Nove Casedde, ampia  cavità carsica naturale che ospita un’importante colonia di pipistrelli.

In compagnia dell’esperto chirotterologo, Pier Paolo De Pasquale, sarà utilizzato il bat detector, strumento che traduce gli ultrasuoni emessi dai chirotteri in suoni di frequenze udibili dall’orecchio umano, al fine di rilevare gli individui in uscita dalla grotta. Un’esperienza suggestiva che ci introdurrà alla  conoscenza di questi misteriosi ed interessanti animali.
Durante la passeggiata, tra oliveti, piccoli boschi di quercia e macchia mediterranea e cisterne aperte per la raccolta dell’acqua piovana, si potranno scoprire le abitudini di vita, la biologia e e le strategie di conservazione dei pipistrelli anche attraverso l’impiego di bat box che possono rilevarsi importanti rifugi per lo svernamento o per la  riproduzione.

La passeggiata, di bassa difficoltà, lunga circa 3,5 km, terminerà alle 21. Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica,  e di portare una torcia. 

Appuntamento alle ore 18.30 davanti alla Chiesa di Santa Teresa in contrada Specchia Tarantina sulla S.P. 66 Martina Franca – Villa Castelli (N 40°37,470’ – E 17°25,345’).

La quota di partecipazione è di 6 euro a persona (3 euro i bambini fino a 10 anni).

E’ preferibile la prenotazione al 3665999514

Asino sarai tu!

Asino sarai tu! Il Gal Valle d’Itria, in collaborazione con il Centro di ricerca, sperimentazione e formazione in agricoltura di Locorotondo, organizza una serie di incontri per sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’asino e sul suo ruolo nella nostra società.

Asino di Martina Franca

In tutto, saranno tre le giornate dedicate alla divulgazione e all’informazione sull’argomento.
Si comincia il 24 giugno parlando de “L’asino nella società moderna: produzione e qualità nutrizionale del latte”.
L’appuntamento del 25, invece, sarà dedicato a “Il latte di asina nell’alimentazione: potenzialità e criticità”.
Il 26 giugno, a conclusione della tre giorni, ci si concentrerà su “Terapie assistite con gli animali e riabilitazione in neuropsichiatria infantile” e “Onoterapia: prospettiva biopsicosociale di salute tra ricerca e buone prassi”.
I tre incontri si terranno alle 18:30 nell’aula del Crsfa “Basile-Caramia” a Locorotondo.

A coordinare il tutto sarà Angela Gabriella D’Alessandro, docente dell’Università di Bari.
La partecipazione è libera ed aperta a tutti, si consiglia l’iscrizione.
Per informazioni e iscrizioni: 3488404560.

C’è il sole? E noi costruiamo casette per gli uccellini

C’è il sole? E noi costruiamo casette per gli uccellini.

casette uccellini

L’appuntamento è nel pomeriggio alle 17. Dopo il mare, è perfetto cimentarsi nel laboratorio per la costruzione di cassette nido e di mangiatoie per uccelli ospiti del bioagriturismo “La casa degli uccellini” di Martina Franca. Un modo per conoscere le abitudini di cinciarelle, cinciallegre e passere mattugie, e imparare a costruire nidi artificiali dove possano allevare i pulcini.
Saranno usate tavole di legno, cassette della frutta, bottiglie di plastica e vecchi vasi da giardinaggio per realizzare luoghi idonei e sicuri per la costruzione del nido. Un lavoro che sarà fatto a metà perché saranno poi gli uccellini a foderare con paglia e fili d’erba le cassette nido che saranno portate a casa e sistemate nel proprio giardino o sotto la veranda.
Per rendere le cassette più attraenti ai nostri ospiti alati, le casette saranno decorate con foglie e altro materiale naturale.
Le bottiglie di plastica saranno trasformate in mangiatoie per uccelli, quindi vanno portate in masseria per una ricca attività laboratoriale.
Il pomeriggio si concluderà con una passeggiata al tramonto tra i campi di grano e di ceci dell’azienda agricola condotta in biologico e con una degustazione a base di prodotti aziendali.
Un’attenzione particolare sarà riservata all’impiego di vettovaglie ecosostenibili come piatti e bicchieri in amido di mais, posate di legno e tovaglioli di carta riciclata o certificati Fsc, ossia ottenuti da foreste gestite in maniera sostenibile.
L’attività si concluderà alle 21.
Si consiglia di indossare abbigliamento comodo.
Appuntamento alle 17.30 al bioagriturismo “La casa degli uccellini” raggiungibile dalla S.P. 53 Martina Franca – Mottola (N 40° 42.054′ – E 17° 14.395′).
La quota di partecipazione, comprensiva della degustazione, è di 15 euro a persona (10 euro i bambini fino a 10 anni).
E’ necessaria la prenotazione al 3665999514