Tutto pronto a Taranto per il concertone del 1 Maggio

Tutto pronto a Taranto per il concertone del 1 Maggio.

11107183_10153308064186967_2431225137571481427_n

“Suoneremo a Taranto per la festa del Primo Maggio. Perché Taranto è una città che riassume in modo estremo molte delle contraddizioni del nostro presente ed è una frontiera piena di iniziative di miglioramento che vanno sostenute e testimoniate”.
E questo è uno stralcio di ciò che scrivono i Subsonica, gruppo rock alternativo torinese, sulla loro pagina Facebook. E a Taranto è tutto pronto per accoglierli e per fare la differenza. Torna, infatti, il Concertone del Primo Maggio che dalle 14 animerà la piazza del Parco archeologico delle mura greche.

Si tratta della la manifestazione nata tre anni fa per volere del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, il gruppo di operai e cittadini che si è formato dopo il sequestro degli impianti dell’Ilva e il terremoto giudiziario che ha investito la dirigenza del siderurgico.

Quest’anno, oltre ai Subsonica, saliranno, tra gli altri, sul palco di denuncia tarantino: Francesco Baccini, Mannarino, Officina Zoè, Iosonouncane, Andrea Rivera, Velvet, Ilaria Graziano & Francesco Forni, Brunori Sas, Diodato, Bud Spencer Blues Explosion, Subsonica, LNRipley, Roy Paci & Aretuska Allstars, Marlene Kuntz, Caparezza, Fido Guido e Bestierare. A dare il via al concerto ci saranno artisti emergenti selezionati attraverso l’iniziativa #destinazioneunomaggio.

Un pomeriggio di musica preceduto, al mattino, da un dibattito che avrà per tema “Legalità, quale ingiustizia”.

Il concerto sarà trasmesso in tutta la regione, la Basilicata e la Calabria da JoTv, canale 649 del digitale terrestre, e in streaming su http://www.jotv.tv. Sono previsti anche collegamenti con Radio e Radio Farfalla.

Canosa si mostra ai cultori del bello

Maggio alla scoperta della storia antica di Canosa. E’ ciò che propongono la Fondazione archeologica canosina onlus e la Dromos.it. Un viaggio affascinante, sulla falsariga del Grand tour dei primi del XIX secolo, in cui visitare le aree archeologiche della città non è semplicemente un motivo di arricchimento culturale, ma una occasione per scoprire o riscoprire una cultura millenaria.

Immagine

Palazzo Iliceto, sede espositiva della collezione municipale, sarà visitabile dalle 9 alle 13 e dalle 15. alle 19, con una breve anteprima sulla esposizione Prosper Biardot e le terre cotte funerarie sacre a Dioniso. Un invito a scoprire la città nella settimana dei Beni culturali in Puglia imperiale dall’11 al 18 maggio. Palazzo Sinesi, con la splendida esposizione del corredo della Tomba Varrese, sarà visitabile dalle 9 alle 13. Gli Ipogei Lagrasta, con le affascinanti architetture, si potranno ammirare dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. La Cattedrale di San Sabino, con la neo scoperta archeologica della cupola Cristocentrica e gli affreschi del XII secolo, saranno aperti al pubblico dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 19. Pregevole la pala di età bizantina della Madonna della Fonte, esposta alla devozione dei fedeli e alla vista dei visitatori. Il Battistero di San Giovanni, gli scavi di Santa Maria e il restauro degli interni, saranno aperti dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Rimane attivo il servizio di call center al 333/8856300, attraverso il quale sarà possibile prenotare un tour personalizzato della città e magari visitarne gli altri monumenti.

1° Maggio, concerto solidale a Mola di Bari

Nella suggestiva cornice dell’Arena Castello a Mola di Bari, mercoledì 1 maggio, in occasione della festa dei lavoratori, si terrà “Concerto solidale”, un evento musicale patrocinato dal Comune di Mola, a sostegno dei lavoratori di Bridgestone Bari.

Castello Mola di Bari

Castello Mola di Bari

L’evento, gratuito, si terrà dalle ore 17 fino a mezzanotte, e vedrà protagonisti sul palco band del panorama pugliese che manifestando grande attenzione e sensibilità per la causa, hanno scelto di esibirsi rinunciando ad ogni forma di compenso. L’intento dello spettacolo, infatti, non è solo quello di intrattenere con della buona musica ma di far riflettere su una questione oggi ancora dai contorni poco definiti.

Nel cartellone degli artisti che animeranno la maratona musicale: Camilloré, Suoni Mudù, U’Papun, Medinabox, Paologatto, Kotch, Mai Personal Mood, Leo Stain, The Yellow, Dely De Marzo e anche i Blues Reflex e Senza Meta, formazioni nate proprio nelle officine della fabbrica Bridgestone.
In questo senso si è registrata un’importante collaborazione proprio da parte dei lavoratori Bridgestone che hanno supportato le attività organizzative al fine di garantire una buona riuscita dell’evento.

Un Primo Maggio all’insegna della solidarietà, dunque, quello di Mola di Bari che ben esplica le ragioni della sua iniziativa nelle parole del sindaco, Stefano Diperna:
“Questa manifestazione voluta da tutto il consiglio comunale vuole rappresentare un momento di unità al  fianco dei lavoratori della Bridgestone di Bari. Ancora una volta Mola dimostra di essere capace di superare le divisioni ideologiche nel supremo interesse dell’affermazione dei diritti irrinunciabili. L’invito è quello di stringersi attorno ai lavoratori è chiaramente rivolto non solo alla comunità molese ma a tutti coloro che ritengano con la propria presenza di dare forza a questo evento”.

Fonte: ufficio stampa evento