Bari-Vienna, volo diretto da maggio

Bari-Vienna, nuovo volo diretto da maggio. Austrian Airlines consolida, così, la propria presenza in Italia lanciando, dal prossimo 26 maggio, il collegamento settimanale Vienna-Bari.

Austrian_0

 

I voli saranno operati tutti i giovedì nel corso dell’intera stagione estiva, dal 26 maggio fino al 22 settembre 2016, facendo scalo a Lamezia Terme.
Le tariffe partono da 80 Euro a tratta tutto incluso, oppure da 158 Euro andata e ritorno tutto incluso
Il volo opererà con il seguente orario:
Bari-Vienna (OS 9414)- giovedì – 14.00 – 15.40
Austrian Airlines offre, inoltre, la possibilità di personalizzare l’esperienza di viaggio in base alle proprie esigenze. Prima della partenza si potrà, per esempio, acquistare un bagaglio aggiuntivo, scegliere un upgrade alla Business Class, oppure prenotare un posto con più spazio per le gambe fino al momento del web check-in. A bordo si potrà avere un esclusivo menù à la carte DO&CO, un pasto di tre portate  da scegliere fra 9 differenti proposte, per soli 15 Euro. All’aeroporto di Vienna la comodità e i servizi della Business Lounge potranno essere a disposizione dei passeggeri per soli 35 Euro e i taxi red|cab, anche nelle varianti family e limousine, saranno pronti per portare i passeggeri comodamente a destinazione.

Turismo, Puglia la più amata dagli stranieri

Puglia la più amata dagli stranieri. «Nei primi dieci mesi del 2014 sono aumentati del 7% gli arrivi degli stranieri e sono cresciti del 3% i pernottamenti».
È quanto afferma l’agenzia del turismo “Pugliapromozione”, riportando i dati che gli operatori turistici pugliesi comunicano attraverso il sistema Spot (Sistema Puglia per l’Osservatorio turistico) e secondo i quali «la crescita della componente straniera ha limitato per tutto il 2014 gli effetti dell’ennesimo calo della domanda nazionale (-0,7% degli arrivi e -3% dei pernottamenti rispetto ai primi 10 mesi del 2013)».

spot

I dati di Spot, rilevati sul 90% dei posti letto presenti nella regione, secondo Pugliapromozione «confermano le tendenze emerse dall’indagine Enit (Ente nazionale del turismo) condotta direttamente su 190 tour operator (90 europei e 100 di oltreoceano) su un totale di 28 mercati stranieri». Per l’Enit, infatti, «a Natale la Puglia ha attratto soprattutto turisti da Belgio, Usa e India». In particolare «i Tour Operator indiani stanno ampliando e diversificando la gamma delle proposte verso l’Italia» con «un aumento delle richieste di vacanze nei circuiti del gusto, oltre che di viaggi “fly&drive” verso Puglia, Calabria e Sicilia». «Le previsioni 2015 – prosegue lo studio Enit – indicano che la Puglia crescerà bene su alcuni mercati tradizionali come Svizzera e Francia, e su altri relativamente nuovi come ad esempio l’Austria e l’Ungheria che fa registrare un aumento di pacchetti». La conferma arriva dai dati Spot che evidenziano «un incremento dell’incoming dalla Francia: +20% circa gli arrivi e +14% delle presenze, con oltre 11mila nuovi arrivi e 27mila pernottamenti in più rispetto ai 10 mesi dell’anno precedente». Incrementi «tra i 7mila e i 3mila arrivi sono stati registrati anche da Polonia, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Austria, Stati Uniti d’America e Irlanda». Mentre «tra i mercati che hanno frenato la propria crescita nel 2014 si collocano Russia (-1,5% gli arrivi e -7% i pernottamenti) e Giappone (-15% gli arrivi e -9% le presenze)»

(fonte Ansa)