Taranta e tarantolati, la festa a Melpignano

Si conclude con un “concertone” l’edizione 2013 del festival “La notte della taranta” a Melpignano (LE).

Immagine

Tra la prima e la seconda parte della serata, poco prima dell’esibizione dell’Orchestra popolare “La notte della taranta”,  sarà proiettato il videoclip di “Lu Rusciu de lu mare” realizzato dal Locomotive quartet del sassofonista pugliese Raffaele Casarano con la partecipazione straordinaria di Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro.

Un evento nell’evento più importante dell’estate, un palcoscenico prestigioso per lanciare un lavoro ricco di prime volte: la prima volta di una versione in chiave jazz di “Lu rusciu de lu mare”, uno dei pezzi più conosciuti e simbolici della tradizione popolare salentina, e la prima volta di Sangiorgi a incidere una canzone nel dialetto della sua terra.

E in occasione del suo principale evento, la Fondazione “La notte della taranta” coinvolgerà in un nuovo processo partecipato il grande pubblico, che con la sua presenza anche quest’anno contribuirà al successo della manifestazione.

“Costruiamo la notte della taranta 2014” è il titolo pratica di condivisione che sarà realizzata durante le prove generali e la serata finale.

Saranno diverse le occasioni in cui il pubblico e gli invitati al backstage potranno partecipare, nella forma di una donazione, alla prossima diciassettesima edizione del Festival “La notte della taranta”: il villaggio (per la prima volta allestito ad hoc sui terreni attorno al palco, nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani), il parcheggio ed il braccialetto originale 2013 che sarà veicolato fra la gente da uno staff di giovani salentini.

Martina Franca e PizzicAvis, “pizzicati” in piazza dalla solidarietà

Domenica 4 agosto, in piazza Plebiscito, di fronte alla Basilica di San Martino, a Martina Franca, si svolgerà PizzicAvis, una festa che avrà, come seconda caratteristica, la musica della tradizione.

Immagine

Saranno presenti per questo evento dedicato alla donazione del sangue i Terraròss che, oltre ad essere un gruppo di musica popolare, sono un vero e proprio progetto musicale e di ricerca che mira a riscoprire e valorizzare quella che era la cultura di un tempo ormai perduta. Questi suonatori e menestrelli della bassa murgia, zona caratteristica della Puglia, danno voce e musica a quella che è la nostra storia, le gesta dei nostri avi, riportando alla mente le scene di vita quotidiana,il vocìo della gente tra le vie dei paesi, la voce dei venditori ambulanti, l’affanno del duro lavoro nei campi, nonchè il grido delle  lotte e delle rivoluzioni, senza dimenticare il canto d’amore, la poesia e il fascino ormai perduto delle antiche serenate.

Il gruppo costituito da Dominique Antonacci, Giuseppe De Santo, Annarita Di Leo, Vito Gentile, Biagio De Santo, Antonio De Santo e Nicola Mandorino, sarà impegnato con il loro show al limite tra concerto e varietà. Infatti il loro è uno spettacolo a trecentosessanta gradi, arricchito da video proiezioni, divertenti sketch, capace di divertire sia i grandi che i più piccoli.

Il format proposto dai Terraròss è alquanto originale e nel corso dello spettacolo il pubblico è chiamato a partecipare attivamente attraverso danze e canti. Questo diverte anche il gruppo stesso, spiega il leader del gruppo Dominique Antonacci:Il nostro spettacolo coinvolge molto il pubblico facendolo diventare parte integrante. In tal modo abbattiamo letteralmente la quarta parete e lo facciamo con la musica, la semplicità, la genuinità, la teatralità, la simpatia, e la travolgente forza che ci contraddistinguono. È questa la nostra originalità, cioè non siamo il gruppo che arriva suona e se ne va, noi vogliamo divertirci con il nostro pubblico, in modo che ogni serata sia indimenticabile per loro e anche per noi. La musica è condivisione, magia ed è soprattutto l’unica forza che può farci staccare la spina dalla vita quotidiana. La gente ha bisogno di questo, soprattutto in questo momento storico”.

Info: http://www.terraross.it – +393467475844

Inizio spettacolo: 21:30

Bari festeggia San Nicola

Bari si veste a festa per il tradizionale appuntamento con le celebrazioni in onore del patrono, San Nicola, vescovo di Myra, tra i santi più venerati al mondo.

San Nicola, ph Donatella Lopez

San Nicola, ph Donatella Lopez

I festeggiamenti civili e religiosi entreranno nel vivo domani, martedì 7 maggio. Si comincia con la traslazione delle reliquie del santo, avvenuta nel 1087, dando poi vita al corteo storico e alla rievocazione dei miracoli del Santo. In costumi d’epoca, figuranti sfileranno assieme alla “caravella” per le vie del centro sino a raggiungere la basilica di San Nicola. E quest’anno, a salutare il santo, oltre agli spettacoli pirotecnici e alle cerimonie religiose, ci saranno le Frecce Tricolori ad incantare pellegrini, turisti e cittadini, giovedì 8 maggio, alle 16, sul lungomare di Bari.

Di seguito il programma delle celebrazioni:

7 Maggio ore 18.00 Baia San Giorgio Processione del quadro del Santo-Santa Messa-Imbarco del quadro

ore 20.30 piazza Federico II di Svevia PARTENZA DEL CORTEO STORICO

8 Maggio ore 4.30 Apertura della Basilica – Sante Messe ogni ora dalle 5.00 alle 13.00;  ore 6.45 Processione; ore 10.00 Molo San Nicola, Celebrazione eucaristica presieduta da S.Em.Sig.Card. FERNANDO FILONI, Prefetto per l’Evangelizzazione dei popoli; seguirà l’imbarco della Statua del Santo

Molo Sant’Antonio ore 10:30 circa
 SPETTACOLO PIROTECNICO DIURNO A CURA DELLA DITTA:
Bruscella Fireworks da Modugno (Ba)

Molo San Nicola, ore 18.00 Santa Messa presieduta da Mons. Franco Lanzolla, Parroco della Cattedrale

Molo San Nicola, ore 20.00 Sbarco della Statua e processione fino a Piazza del Ferrarese

ore 22:30 Molo Sant’Antonio
 SPETTACOLO PIROTECNICO A CURA DELLA DITTA:
Bruscella Fireworks da Modugno(Ba)

9 Maggio

926° Anniversario della Traslazione (1087-2013)

Ore 7.30 -9.30 Basilica San Nicola – Santa Messa

Ore 12.00 piazza del Ferrarese – Santa Messa

Ore 18.30 Basilica San Nicola – Solenne celebrazione eucaristica presieduta da  S.Em.Sig.Card. FERNANDO FILONI, Prefetto per l’Evangelizzazione dei popoli; prelievo della Manna

ore 22:30 Molo Sant’Antonio
 SPETTACOLO PIROTECNICO A CURA DELLA DITTA:
Bruscella Fireworks da Modugno(Ba)

10 Maggio – ore 17.00 piazza del Ferrarese: partenza della Statua per la Cattedrale

19 Maggio – ore 20.00 Cattedrale: Processione fino alla Basilica di San Nicola

Il programma in dettaglio è disponibile sul sito: basilicasannicola.it