Valle d’Itria, spazio al Locus Festival

Si inaugura il 15 luglio e proseguirà fino al 27 agosto a Locorotondo la XII edizione del Locus Festival. Sarà “lo spazio” il tema della kermesse che si sviluppa attraverso percorsi musicali avventurosi, l’arte e il design d’avanguardia nel cuore della Valle d’Itria, magico angolo di Puglia fra le colline non lontano da bellissime spiagge.

Locus festival

Nutrito il cartellone dei concerti che avrà come protagonisti: JACOB COLLIER, DJ PREMIER & THE BADDER, SNARKY PUPPY, ANDREYA TRIANA, JORDAN RAKEI, SUBMOTION ORCHESTRA, JELANI BLACKMAN, FLOATING POINTS, THEO PARRISH, KAMASI WASHINGTON. Nomi che rispecchiano le tendenze più evolute e attuali della musica mondiale di quest’anno in ambito soul, jazz, black, ed elettronico. Il programma artistico si svolgerà attraverso cinque weekend, ed è focalizzato essenzialmente in due scene musicali: New York e Regno Unito. I concerti sono per lo più gratuiti a eccezione di quelli in programma al Mavù.

Guida musicale e ispirazione della XII edizione del Locus sarà il grande Sun Ra, leggendario musicista americano (1914-1993) il cui approccio “afrofuturista” al jazz ha ispirato tanti artisti geniali in molteplici ambiti musicali. Con il suo motto “space is the place”, percepiremo il Locus (che significa “luogo”) come spazio, e lo spazio urbanistico di Locorotondo (luogo rotondo) come una rappresentazione del cerchio cosmico.

Il programma del Locus Festival, organizzato da  Bass Culture Srl e da Turné Srl in collaborazione con il Comune di Locorotondo con il sostegno della Regione Puglia, prevede anche altre interessanti iniziative tra cui numerose conferenze.

Domenica sulle colline di Zuzù

Domenica sulle colline di Zuzù e con l’Età del Bronzo a portata di passeggiata.

foto Discovering_Serapia (2)

Tornano le escursioni autunnali organizzate dal GAL Valle d’Itria. Domenica 13 dicembre si potrà andare in passeggiata nelle campagne di Locorotondo, lungo i margini dell’altopiano delle Murge, tra le contrade Rizzo e Zuzù.  Un territorio molto importante dal punto di vista archeologico in quanto presenta alcuni  insediamenti che evidenziano una frequentazione umana riferibile al primo periodo dell’Età del Bronzo (II millennio a.C.).  A fare da cornice ai ritrovamenti, la macchia mediterranea, i querceti e un panorama incantevole, capace da sempre di rapire e affascinare chi raggiunge queste colline.

Il percorso, lungo 6 km circa, è di bassa difficoltà. La passeggiata inizierà alle 9.30 per concludersi alle 12.30.

L’appuntamento e alle 9.30 nella piazzetta della contrada Lamie di Olimpia a Locorotondo; coordinate geografiche 40°47’3,24N 17°21’54,65”E.

La partecipazione all’escursione è gratuita. Si raccomanda l’uso di abbigliamento e scarpe comode, ma la prenotazione è obbligatoria.

Info: 0802376648 – 3486284317

Fine settimana di gusto in Valle d’Itria

Fine settimana di gusto in Valle d’Itria.

Sagra Pettole e Baccalà Fritto_Tagaro di Locorotondo

A Locorotondo è in programma la sagra delle Pettole e del Baccalà Fritto. Si svolgerà in contrada Tagaro, sabato 5 dicembre, a partire dalle 18.

Sempre sulla scia del fine settimana di gusto in Valle d’Itria, l’enogastronomia la farà da padrona anche a Martina Franca dove, sempre sabato 5 dicembre, si inaugurerà il Villaggio di Babbo Natale. In piazza XX Settembre, che precede l’ingresso nel borgo antico attraverso la porta Santo Stefano, è già tutto pronto per l’accoglienza di Babbo Natale che incontrerà i bambini nella grande piazza Plebiscito.

https://parcodellavigna.com/2015/11/29/martina-franca-si-trasforma-in-villaggio-di-babbo-natale/

https://parcodellavigna.com/2015/12/03/cavallo-murgese-che-eleganza/

Ognissanti passeggiando sul corso delle meraviglie

Ognissanti passeggiando sul corso delle meraviglie.

corso delle meraviglie

Come ogni prima domenica del mese, torna l’ appuntamento nel centro storico Locorotondo tra le bancarelle del mercatino dell’artigianato “100 % Handmade”. Una domenica di Ognissanti diversa che prevede anche animazione per bambini, giochi gonfiabili e bolle giganti.
L’appuntamento è sul Corso XX Settembre a partire dalle 10.

Domenica in bici tra le “Bandiere arancioni” della Valle’d’Itria

Domenica in bici attraversando le città pugliesi “Bandiere arancioni”. E’ la passeggiata organizzata dalla cooperativa Serrapia per unire Locorotondo e Cisternino passando per la Ciclovia dell’Acquedotto.

Ciclovia

La partenza è da Locorotondo e, dopo aver attraversato l’archeologica contrada Grofoleo, si pedalerà lungo la Valle d’Itria tra trulli e muretti a secco. E una volta giunti in contrada Figazzano, punto d’avvio della Ciclovia dell’Acquedotto, sarà l’acqua a guidare il gruppo fino a raggiungere piazza Vittorio Emanuele a Cisternino.
L’iniziativa è svolta in collaborazione con il Touring Club Italiano – Brindisi e Nolè Valle d’Itria.
Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica.

Appuntamento ore 9.30 presso piazza Vittorio Emanuele a Locorotondo (Ba). Pranzo a sacco a carico dei partecipanti nella Villa Comunale di Cisternino.
Rientro previsto intorno alle 15:30.
Quota di partecipazione di 8 euro a persona con possibilità di noleggio bici al costo aggiuntivo di 7 euro (20% di sconto per i soci Touring Club Italiano).
È preferibile la prenotazione entro venerdì 9 ottobre telefonando al 3286474719.

Asino sarai tu!

Asino sarai tu! Il Gal Valle d’Itria, in collaborazione con il Centro di ricerca, sperimentazione e formazione in agricoltura di Locorotondo, organizza una serie di incontri per sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’asino e sul suo ruolo nella nostra società.

Asino di Martina Franca

In tutto, saranno tre le giornate dedicate alla divulgazione e all’informazione sull’argomento.
Si comincia il 24 giugno parlando de “L’asino nella società moderna: produzione e qualità nutrizionale del latte”.
L’appuntamento del 25, invece, sarà dedicato a “Il latte di asina nell’alimentazione: potenzialità e criticità”.
Il 26 giugno, a conclusione della tre giorni, ci si concentrerà su “Terapie assistite con gli animali e riabilitazione in neuropsichiatria infantile” e “Onoterapia: prospettiva biopsicosociale di salute tra ricerca e buone prassi”.
I tre incontri si terranno alle 18:30 nell’aula del Crsfa “Basile-Caramia” a Locorotondo.

A coordinare il tutto sarà Angela Gabriella D’Alessandro, docente dell’Università di Bari.
La partecipazione è libera ed aperta a tutti, si consiglia l’iscrizione.
Per informazioni e iscrizioni: 3488404560.

#Ryanair, biglietti a meno di 20 euro entro il 27 aprile

Il volo Brindisi-Perugia entusiasma Ryanair che festeggia il risultato vendendo i biglietti aerei a meno di 20 euro sino alla mezzanotte del 27 aprile.

Umbria

La compagnia aerea irlandese ha definito ottimo l’andamento della programmazione estiva da Perugia, con 7 rotte in totale, tra cui il nuovo collegamento per Brindisi operativo dal 29 marzo con 2 frequenze settimanali, ogni mercoledì e domenica. Ryanair prevede di trasportare oltre 185.000 passeggeri, nel 2015, contribuendo in modo significativo allo sviluppo del traffico, del turismo e dell’economia in Umbria e, di riflesso, anche in Puglia.

Ryanair festeggia l’ottimo andamento delle prenotazioni per Perugia e la nuova rotta per Brindisi a soli 9.99 euro, mettendo a disposizione posti in vendita su tutto il suo network europeo a prezzi a partire da 19.99 euro. Questi posti a tariffe basse sono disponibili per la prenotazione entro la mezzanotte di lunedì 27 aprile.

A Perugia, Chiara Ravara, sales & marketing executive Ryanair per l’Italia, ha dichiarato: “Il nuovo collegamento, partito il 29 marzo scorso con due voli andata e ritorno a settimana, contribuisce ulteriormente allo sviluppo del turismo in Umbria – rendendo accessibile anche ai turisti pugliesi il suo enorme patrimonio storico-artistico e naturalistico, oltre che fornendo ai residenti umbri un più rapido accesso al mare incantevole del Salento”.

L’accesso all’aeroporto di Brindisi, dall’Umbria, costituisce anche un comodo scalo per scoprire le meraviglie della Valle d’Itria: I trulli di Alberobello, la barocca Martina Franca, la magica Cisternino, le bianche Ostuni e Locorotondo, Fasano con il suo Zoo Safari.

Pasquetta? In bici lungo la ciclovia della Valle d’Itria

Pasquetta? In bici lungo la ciclovia dell’Acquedotto che attraversa la Valle d’Itria, nella campagna tra Locorotondo, Cisternino e Martina Franca.

Ciclovia

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con Nolè Valle d’Itria, propone di percorrere parte del canale principale dell’Acquedotto Pugliese, il più grande acquedotto d’Europa, realizzato nei primi decenni del Novecento per condurre, dalla Campania alla Puglia, l’acqua del fiume Sele. Lungo l’acquedotto, infatti, sono visibili diverse cabine di ispezione sulle quali è incisa la distanza in chilometri dalle sorgenti di Caposele.

Percorrere la ciclovia dell’Acquedotto diventa, quindi, un’ottima opportunità, nel giorno di Pasquetta, per esplorare la Valle d’Itria in maniera lenta, di conoscerne la storia e quella dei trulli che la caratterizzano.
L’itinerario prenderà avvio da Locorotondo e si svilupperà in direzione Cisternino, toccando la contrada Figazzano e l’azienda agricola Masseria Ferri, tipica masseria a trulli immersa nel bosco di fragno dove ci si fermerà per consumare ognuno il proprio pranzo a sacco.
Il percorso, ad anello e di bassa – media difficoltà, è lungo circa 25 km L’escursione concluderà alle ore 17. Consumazione con proprio pranzo a sacco.

Appuntamento alle 10 in piazza Mitrano a Locorotondo (N 40° 48.451′- E 17° 32.250’). 

La quota di partecipazione è di 10 euro a persona (5 euro i bambini fino a 12 anni). Per ogni coppia di adulti, un bambino fino a 12 anni partecipa gratuitamente.
E’ possibile noleggiare la bici a un costo aggiuntivo di 15 euro a persona per l’intera giornata. La quota di noleggio comprende anche il servizio assistenza a cura di Nolè Valle d’Itria.
Info e prenotazioni: + 39 366 5999514

Rally dei trulli, in pista le auto d’epoca

Ritorna oggi l’appuntamento con il Rally di Trulli, gara di regolarità per auto d’epoca omologate Asi con una cinquantina i piloti pronti al via, fra cui il titolato siciliano Mario Passannante, e trecento i chilometri da percorrere.

rallytrulli201400

La partenza degli equipaggi dalla piazza centrale di Polignano (piazza Moro) verso Castellana è prevista alle 9.30. Nel parcheggio della zona commerciale sulla Castellana Putignano, si avrà la possibilità di vedere e capire le difficoltà che nascondono le prove di regolarità. Poi tappa ad Alberobello con visita al museo del vino Cantine Albea. Si riparte verso Ostuni attraversando i panorami pugliesi di vigne ulivi e trulli. Le vetture dalle ore 18 sosteranno per un’ ora in piazza Libertà a Ostuni per essere ammirate e vezzeggiate dai curiosi e nostalgici. Dal centro della Val d’Itria si ripartirà domani mattina, domenica 28 settembre, da viale Oronzo Quaranta. Sarà una mattinata di prove speciali con sosta turistica a Locorotondo per ammirare le bellezze del borgo antico. La giornata si concluderà al ristorante Masseria Barsentum con la premiazione e il saluto ai partecipanti. Le vetture in gara saranno suddivise in cinque categorie: Vintage ante 30, Post-vintage (193145), Classic (‘ 46-‘ 60), Post-classic (‘ 61-‘ 70) e Modern (‘ 71-‘ 82). Già inclusa nel calendario nazionale Asi, la gara pugliese è stata inserita nel prestigioso calendario Asi, campionato nazionale di regolarità per auto storiche. Il Rally dei Trulli è parte integrante di prove nazionali che si svolgono nel Nord, nel Centro e nel Sud Italia coinvolgendo migliaia di fan delle “storiche”.

Turisti? 4 amiche in cucina li prendono per la gola

Turisti? “4 amiche in cucina” li prendono per la gola. Si tratta di una vera e propria scuola di cucina che aprirà i battenti domani 1 luglio. I corsi di 4 amiche in cucina, la prima scuola di cucina della Valle d’Itria, sono rivolti ai turisti che visitano la Puglia e in particolare nella zona tra Martina Franca, Locorotondo, Ceglie Messapica, Alberobello e Cisternino.

frisella3

Sono previsti tre corsi alla settimana in alta stagione: ogni lunedì, mercoledì e venerdi pomeriggio.
Il lunedì pomeriggio il tema è la cucina tipica martinese con la preparazione di un intero menù dal primo al dolce; il mercoledì pomeriggio è di scena la cucina della tradizione, mentre il venerdì pomeriggio il corso si focalizza nella preparazione di pizza, focacce, pucce e panzerotti accompagnati da latticini e salumi di masseria.
Ciascuna lezione è tenuta da una massaia, ossia una “cuoca di casa”, e da un’assistente in lingua in quanto tutti i corsi si tengono in lingua inglese e italiana e, a seconda dei partecipanti anche in tedesco e francese.
A ciascuna lezione sono ammessi massimo 18 partecipanti. I corsi di cucina vogliono presentare le tradizioni culinarie locali in un ambiente rustico e informale. Si indossano grembiuli e cappello, si partecipa attivamente alla creazione dei piatti, viene servito vino locale, si usano ingredienti a km zero e i prodotti stagionali da un orto che si trova a pochi passi dalla cucina.