“PerBacco che vicoli”, a Martina Franca nel fine settimana

“PerBacco che vicoli!”. E’ la manifestazione che si svolgerà nel centro storico di Martina Franca nel fine settimana.

Perbacco che vicoli

Giunta alla seconda edizione, lo scorso anno ha portato nella capitale della Valle d’Itria oltre 100mila presenze tra turisti stranieri e del territorio.
Enogastronomia e vino, quello nuovo e buono delle migliori cantine, saranno i protagonisti dell’evento che si inaugura venerdì 21 chiudendosi domenica 23 novembre. Il cibo di strada evocherà antiche atmosfere. Ma sarà possibile fare shopping e cominciare a fare regali natalizi preferendo prodotti artigianali in mostra.
Tra le attrazioni di “PerBacco che vicoli” la musica dei trascinanti Terraross, di numerose altre band, ma anche parentesi Gospel sul sagrato della basilica di San Martino. Un percorso sul quale si incontreranno statue viventi, ma anche trucca bimbi, artisti di strada e cartomanti. Regina delle attrazioni sarà la neve artificiale, quella vera, che calerà dal Palazzo Ducale durante tutta la manifestazione.

Info. 0804800600

I buongustai si ritrovano sabato a Ruvo di Puglia

Se a Noci, nel fine settimana, si celebra il vino novello, a Ruvo di Puglia è invece tempo di fungo cardoncello e della sagra a lui dedicata. Una iniziativa che domenica 17 novembre si sposterà a Cassano Murge e da sabato 30 novembre a domenica 1° dicembre a Poggiorsini.

Immagine

Sono le Pro Loco a dare vita alla Sagra del Cardoncello coinvolgendo chef locali che proporranno piatti della tradizione pugliese con il Cardoncello protagonista su tutto. Non mancherà una significativa selezione di nobili vini locali.

Un appuntamento che solletica il palato dei buongustai al quale gli organizzatori abbinano visite guidate, passeggiate naturalistiche e culturali, spettacoli folcloristici e musica popolare per favorire la scoperta e la promozione del territorio.

Info: 0803615419 

Musica e olive ed è festa a Sannicandro di Bari

Autunno tempo di sagre e di degustazione dei prodotti di stagione.

Immagine

Nel fine settimana, Sannicandro di Bari propone  la 27ma Sagra delle olive. Saranno offerte olive dolci, pane, focaccia, vino di annata, pomodori secchi in olio di oliva, olive in salamoia, olio extra vergine d’oliva di ottima qualità, frutta locale di stagione

Nell’ambito della tre giorni, a cominciare da domani venerdì 11 ottobre, sono organizzati:  convegni, cooking show, mostre di pittura, visite guidate al castello Normanno-Svevo, una mostra mercato di piante coltivate in vivaio, esposizioni di macchine e attrezzature per l’agricoltura e mostre dell’artigianato locale. A Sannicandro c’è spazio anche per la musica con il concerto di Luca Barbarossa, domenica alle 21, a conclusione dell’evento.

A Calimera l’estate fa festa ai lampioni

Il solstizio d’estate coincide con la Festa dei lampioni nel centro storico di Calimera nel Salento. La tradizione giunge dalla Cappadocia.  Col tempo diviene una gara tra i ragazzi, per strada che realizzano, di nascosto, i lampioni con lo scheletro fatto di canne, la farina per incollare la carta velina e l’illuminazione dall’interno con candele.

locandina Festa dei Lampioni 2013

In passato, nel giorno della festa, i lampioni venivano appesi a fili di ferro tesi nelle strade e avvolti con tralci di edera. Le persone, poi, sceglievano i i lampioni più belli e, infine, un falò concludeva la festa. Una tradizione dimenticata per anni e recuperata dal circolo culturale Ghetonìa (vicinato, in Griko) e oggi curata dalla Proloco.

Fanno da cornice alla festa, che inizia il 20, musica popolare, stand gastronomici e di artigianato. Si potrà degustare “lu cuturusciu”, tipico prodotto calimerese da forno. Uno stand ospiterà i prodotti delle terre confiscate alla mafia.

Da visitare: Museo Civico di Storia Naturale del Salento, Casa-museo della civiltà contadina e della cultura grika (ingresso gratuito e orario prolungato, nelle serate della festa, fino alle 24), Stele Attica, donata da Atene a Calimera nel 1960, centro storico con epigrafi greche e latine, chiesette rurali di San Vito (con la “pietra forata”) e di San Biagio (al centro di un’interessante area archeologico-naturalistica).

Info Proloco Calimera: 0832 872412

Perdere la testa? Sì, ma per il capocollo di Martina Franca

Iniziativa ghiotta a Martina Franca. Si è inaugurato oggi e proseguirà sino al 2 giugno, in piazza XX settembre e nel centro storico, “Come perdere la testa per il capocollo di Martina“, un evento promosso dal Comune, dal Gal Valle d’Itria e dall’associazione “Produttori capocollo di Martina Franca” in collaborazione con ProLoco Martina, Slow Food Alberobello Valle d’Itria e Fic (associazione provinciale Cuochi Taranto).

Immagine

Un programma ricco di eventi con  laboratori di degustazioni, stands delle eccellenze enogastronomiche del territorio,  spettacoli teatrali, rappresentazioni in costume, musica popolare in piazza e spettacoli di Show cooking con famosi chef della squadra Nazionale cuochi che prepareranno piatti tradizionali, a base di capocollo, rielaborati.

Nell’occasione i ristoranti del circuito “Sapori ritrovati”, nato per la valorizzazione dei prodotti tipici  e della cucina martinese, offriranno, durante la manifestazione e su prenotazione, speciali menù a tema al costo di 25 euro bevande escluse.

Lo scopo di questa iniziativa è creare un appuntamento fisso di enogastronomia nel calendario delle manifestazioni di Martina – dichiara Angelo Costantini dell’Associazione del Capocollo di Martina Franca -. L’evento promuoverà l’olio, i formaggi e altri prodotti tipici locali ma lo abbiamo intitolato al Capocollo dal momento che è il prodotto per eccellenza di Martina ormai conosciuto ed apprezzato a livello nazionale e internazionale. Bisogna attivare, tuttavia, un progetto che coinvolga pubblico e privato e  miri a tutelare giuridicamente questo bene“.

L’Amministrazione ha voluto questa iniziativa perché ritiene importante il valore della comunicazione relativa alle produzioni di eccellenza del territorio – dichiara Nunzia Convertini, assessore alle Attività produttive – . Organizzare in rete tutti i produttori locali è la grande sfida per lo sviluppo e il rilancio produttivo. L’Associazione del Capocollo ha bisogno dell’attenzione di tutta la Valle d’Itria al fine di favorirne la crescita economica nazionale ed internazionale. Nell’ambito di questa manifestazione, come assessorato, sono lieta di ospitare, nella nostra città,  il XXIII° Raduno nazionale della Federazione circoli enogastronomici che, nel corso della manifestazione, apprezzeranno  le eccellenze produttive locali e offriranno ai partecipanti laboratori di degustazione e visite guidate nella masseria Galeone e nel borgo antico di Martina. La città, dunque, ospiterà, i turisti interessati alla manifestazione in programma e oltre duecento partecipanti al raduno Fice che giungeranno da tutta Italia“.

Open internazionale di scacchi da domani nel Salento

Si svolgerà dal 25 maggio al 1 giugno all’Ecoresort Le Sirenè di Gallipoli, il 2° Open internazionale del Salento 2013 di scacchi organizzato da Chess Projects Asd.

Immagine

La formula di impostazione rimane la stessa della passata edizione. Il montepremi dell’ Open A è di 5mila euro quello dell’ Open B vale per il primo posto il soggiorno gratuito per l’edizione del 2014. Rafforzata ulteriormente la consolidata collaborazione con gli amici della Accademia scacchistica salentina a cui si aggiunge quella con il circolo scacchistico locale di Gallipoli, storico Ad Scacchi La Salle Gallipoli.

Il leit motiv di questa edizione però vuole essere soprattutto la presenza degli scacchi in chiave femminile. Nel panorama internazionale il livello scacchistico femminile ormai è sempre più alto ed ecco dunque che la sfida di quest’anno è quella di confrontarsi con varie forti giocatrici, appartenenti alle squadre olimpiche femminili, che saranno presenti all’Open del Salento 2013. Tra le giocatrici, l’esotica indiana Wgm Tanja Sachdev, l’ungherese Wgm Anna Rudolf, le sorelle Sanja e Mira Dedijer dalla Bosnia Herzegovina.  A loro si affianca anche una un’agguerrita compagine maschile guidata dal Gm russo Oleg Korneev e dal Gm ungherese Csaba Horvath e un astro emergente del movimento scacchistico italiano, il maestro internazionale Alessio Valsecchi che curerà anche la parte tecnica del bollettino quotidiano.

Saranno presenti scacchisti “amatori” provenienti da tutta Europa.

Le altre novità sono la presenza nel primo dei due week end di un seminario Fide per il conseguimento del titolo di organizzatore internazionale a cura nientemeno del segretario della commissione eventi della Fide. E’ la prima volta che viene organizzato in Italia qualcosa di questo genere  Il tutto presentato e spiegato da un esperto manager come Theodoros Tsorbatoglou che vanta l’organizzazione di moltissimi eventi di spessore internazionale. Il seminario è svolto in inglese ma chi non ha troppa dimestichezza con questa lingua potrà avere il supporto della traduzione simultanea. Il superamento di un esame finale in forma di questionario  gratificherà i partecipanti con  l’accesso al titolo di in questione, titolo che dovrà essere poi ratificato al primo congresso Fide.

Da segnalare anche la simultanea (uno contro tutti) in programma domenica 2 giugno a Gallipoli in piazza Giovanni Falcone con la presenza del maestro russo Igor Naumkin e l’incontro fra i giovani allievi e le insegnanti delle scuole locali con il progetto “Scacchi a scuola” previsto mercoledì 29 maggio presso l’Ecoresort Le Sirene promosso dal maestro internazionale Pierluigi Piscopo di Copertino.

Bari festeggia San Nicola

Bari si veste a festa per il tradizionale appuntamento con le celebrazioni in onore del patrono, San Nicola, vescovo di Myra, tra i santi più venerati al mondo.

San Nicola, ph Donatella Lopez

San Nicola, ph Donatella Lopez

I festeggiamenti civili e religiosi entreranno nel vivo domani, martedì 7 maggio. Si comincia con la traslazione delle reliquie del santo, avvenuta nel 1087, dando poi vita al corteo storico e alla rievocazione dei miracoli del Santo. In costumi d’epoca, figuranti sfileranno assieme alla “caravella” per le vie del centro sino a raggiungere la basilica di San Nicola. E quest’anno, a salutare il santo, oltre agli spettacoli pirotecnici e alle cerimonie religiose, ci saranno le Frecce Tricolori ad incantare pellegrini, turisti e cittadini, giovedì 8 maggio, alle 16, sul lungomare di Bari.

Di seguito il programma delle celebrazioni:

7 Maggio ore 18.00 Baia San Giorgio Processione del quadro del Santo-Santa Messa-Imbarco del quadro

ore 20.30 piazza Federico II di Svevia PARTENZA DEL CORTEO STORICO

8 Maggio ore 4.30 Apertura della Basilica – Sante Messe ogni ora dalle 5.00 alle 13.00;  ore 6.45 Processione; ore 10.00 Molo San Nicola, Celebrazione eucaristica presieduta da S.Em.Sig.Card. FERNANDO FILONI, Prefetto per l’Evangelizzazione dei popoli; seguirà l’imbarco della Statua del Santo

Molo Sant’Antonio ore 10:30 circa
 SPETTACOLO PIROTECNICO DIURNO A CURA DELLA DITTA:
Bruscella Fireworks da Modugno (Ba)

Molo San Nicola, ore 18.00 Santa Messa presieduta da Mons. Franco Lanzolla, Parroco della Cattedrale

Molo San Nicola, ore 20.00 Sbarco della Statua e processione fino a Piazza del Ferrarese

ore 22:30 Molo Sant’Antonio
 SPETTACOLO PIROTECNICO A CURA DELLA DITTA:
Bruscella Fireworks da Modugno(Ba)

9 Maggio

926° Anniversario della Traslazione (1087-2013)

Ore 7.30 -9.30 Basilica San Nicola – Santa Messa

Ore 12.00 piazza del Ferrarese – Santa Messa

Ore 18.30 Basilica San Nicola – Solenne celebrazione eucaristica presieduta da  S.Em.Sig.Card. FERNANDO FILONI, Prefetto per l’Evangelizzazione dei popoli; prelievo della Manna

ore 22:30 Molo Sant’Antonio
 SPETTACOLO PIROTECNICO A CURA DELLA DITTA:
Bruscella Fireworks da Modugno(Ba)

10 Maggio – ore 17.00 piazza del Ferrarese: partenza della Statua per la Cattedrale

19 Maggio – ore 20.00 Cattedrale: Processione fino alla Basilica di San Nicola

Il programma in dettaglio è disponibile sul sito: basilicasannicola.it