Zucchine, orecchiette, balconi fioriti e Burraco a Locorotondo

Fine mese tra zucchiene, orecchiette, balconi fioriti e Burraco a Locorotondo. Si inizia oggi, sabato 21, con la sagra della zucchina in contrada Tagaro. A margine, è previsto un torneo di Burraco (Info: 3200604148).

sagra zucchina

Sabato 28 giugno, invece, si inaugura la VI edizione del concorso “Balconi Fioriti” in piazza Vittorio Emanuele, a cura delle associazioni I Briganti e Pro Loco, con il patrocincio del Comune di Locorotondo-Assessorato alla Cultura, della Provincia di Bari e della Regione Puglia.E non solo. A partire dalle 19.00 ci saranno 3 massaie che insegneranno, a quanti vorranno, l’arte delle orecchiette: come fare e preparare l’impasto e come dare la forma a prelibata pasta. A seguire, dalle 21, ci sarà una vera e propria gara fra chi vorrà partecipare. In palio: le orecchiette che vorranno fare ed un mattarello a chi riuscirà meglio nella “produzione”.
Sempre sabato 28 ci sarà l’esibizione di “Narcisi” a cura dei ballerini della scuola di danza Arte danza di Aurelia Semeraro. Il tutto potrà essere vissuto assaporando un delizioso piatto con  panzerotti, vino e salumi locali,  oppure sulla carrozza trainata da due splendidi cavalli di Giacovelli.

Domenica 29 giugno la festa dei balconi fioriti continua mentre l’associazione Grg organizza  in via Bruno e via Morelli un angolo lettura, un’esposizione fotografica e dei giochi da tavolo a partire dalle 18.

 

“Orecchiette nelle ‘nchiosce”, Grottaglie coccola i golosi

Torna la terza edizione di “Orecchiette nelle ‘nchiosce”, il percorso enogastronomico di successo organizzato a Grottaglie, il comune delle famose ceramiche artigianali, da Indde e dall’associazione “Le idee non mancano”.

Immagine

Oggi, mercoledì 7 agosto, le orecchiette (pasta fresca tipica pugliese) saranno preparate nei vicoli da un team di dieci chef d’altissimo livello, tra cui alcuni riconosciuti dalle riviste più importanti del settore (Gambero Rosso, Guida Michelin, Chic).
Ad accompagnarle, i vini di otto tra le migliori cantine regionali, serviti dai sommelier dell’AIS (Associazione italiana sommelier).

Due le novità di questa terza edizione. La prima è il legame con la ceramica. I piatti della manifestazione sono, infatti, realizzati e decorati a mano dai ceramisti grottagliesi. Ogni piatto sarà un pezzo unico che il turista potrà gelosamente conservare. Inoltre alcune tra le ‘nchiosce più caratteristiche saranno “arredate” da alcune botteghe del quartiere. Con la partecipazione del Comune di Grottaglie, assessorato alle attività produttive.
L’altra novità è rappresentata dai laboratori per le orecchiette gratuiti. Per chi non accontenta solo di mangiare, ma vuole imparare l’arte di mettere le mani in pasta, ci sono laboratori su come fare le orecchiette, promossi dell’associazione culturale Utòpia e tenuti da maestre d’eccezione, come le signore grottagliesi. Le lezioni partiranno dalle ore 21.30, per una decina di persone alla volta.