Treni Sud-Est, ripristinata fermata Martina

Torna regolare da gennaio l’offerta sulla linea Bari-Martina Franca. Prevista a fine marzo 2018 la riapertura della linea Bari – Putignano

Dopo i lavori di rinnovo dei binari, torna a pieno regime martedì 2 gennaio l’offerta ferroviaria sulla linea Bari – Martina Franca (via Conversano).

piazza_plebiscito_donatella_Lopez

Martina Franca

Di seguito il programma dei treni:

linea 1 Bari – Taranto, via Conversano

TVAT 1101    Bari Sud Est (p. 5.11) – Martina Franca (a. 7.13)

TVAT 1107    Bari Centrale (p. 6.19 )- Martina Franca (a. 8.28)

TVAT 1111    Bari Sud Est (p. 6.47) – Putignano (a. 7.55)

TVAT 1113    Putignano (p. 6.57) – Martina Franca (a. 7.41)

linea 1 Taranto – Bari, via Conversano

TVAT 1106    Martina Franca (p. 6.08 ) – Bari Centrale (a. 7.48)

TVAT 1112    Martina Franca (p. 7.24) – Bari Centrale(a. 9.18)

TVAT 1114    Conversano (p. 7.34) – Bari Centrale (a. 8.17)

TVAT 1124    Putignano (p. 9.38) – Bari Centrale(a. 10.43)

TVAT 1128    Martina Franca (p. 10.07) – Bari Centrale (a. 11.54)

Restano invariati gli orari di partenza e di arrivo del treno TVAT 1108 Martina Franca (p. 6:37) – Bari Centrale (a. 8:43) con lievi modifiche nelle fermate di Putignano (a. 7:23 – p. 7:38), Grotte di Castellana (a. 7:42 – p. 7:43), Castellana Grotte (a. 7:46 – p. 7:48) e Conversano (a. 7:58 – p. 8:00).

Prevista a fine marzo 2018 la conclusione della prima fase degli interventi sulla linea Bari -Putignano (Via Casamassima). I tecnici di Ferrovie del Sud Est, durante le attività di cantiere, hanno infatti riscontrato uno stato di forte degrado – in particolare nelle tratte Valenzano-Adelfia-Casamassima- Sammichele – che ha reso necessaria l’esecuzione di radicali interventi di risanamento della massicciata e rinnovo delle rotaie.

Durante la fase di cantiere, sulla linea Bari -Putignano (Via Casamassima) FSE continuerà a garantire un servizio sostitutivo con bus. I servizi su gomma rispetteranno gli orari previsti per i treni e saranno rinforzati, con corse aggiuntive, nelle fasce orarie di maggiore afflusso della clientela. I programmi di viaggio potrebbero subire modifiche dovute al traffico stradale.

Al termine degli interventi sull’anello ferroviario di Bari – conclusione 2018 –  i treni potranno viaggiare alla massima velocità consentita dalle linee superando quindi gli attuali 50 km/h.

 

Fine settimana gratis al #museo

Fine settimana gratis al museo. Oggi e domani sarà possibile visitare gratis i siti museali statali della regione. Il #MarTa di Taranto, eletto quarto in Italia dai visitatori per gradimento, sarà uno di questi.

IMG_2439

Ma, in questo fine settimana, sarà anche possibile scoprire i tesori del Museo ipogeo spartano di Taranto che offre uno spaccato dei 2700 anni di storia della città. La visita all’ipogeo è infatti una passeggiata nella storia che va dal 706 a.c. fino al XVII secolo. Il tour prevede anche la visita al tunnel al mare che collega l’ipogeo con la battigia del mar grande al di sotto della ringhiera del borgo antico di Taranto.

Sempre in occasione dell’iniziativa del #Mibact “Domenica al Museo”, con ingresso gratuito, sarà possibile visitare i castelli svevi di Bari, Trani (BT) e  Castel del Monte di Andria(BT), e i musei di Gioia del Colle (BA) ed Egnazia (BR). In questi  vi attendono le guide turistiche di Nova Apulia – abilitate e accreditate dalle competenti Soprintendenze, dal Polo Museale della Puglia e dal MarTa di Taranto, per accompagnarvi nella scoperta della storia e delle bellezze di questi meravigliosi luoghi.
Per l’occasione la visita guidata avrà una tariffa speciale di  2,50 euro a persona (minimo 25 persone). Prenotazione obbligatoria.
Per informazioni sugli orari delle visite e per prenotazioni contattare i bookshop Nova Apulia.

Castello di Bari: 0805213704
Castello di Trani: 0883500117
Castel del Monte: 3883026000
Castello di Gioia del Colle: 0803491780
Museo Archeologico di Taranto: 0994538639
Museo e Parco Archeologico di Egnazia: 0804829742

 

La Pasqua in Puglia ha una ragione di più

La Pasqua in Puglia ha una ragione di più. E la Valle d’Itria è pronta ad accogliere i turisti che hanno scelto di trascorrere la Pasqua nel Tacco d’Italia; una terra ricca di tradizioni nel periodo pasquale con riti religiosi unici durante la Settimana santa. Uno stupore continuo, per esempio, quello davanti ai Perdoni che caratterizzano la Pasqua a Taranto a soli 10 minuti di auto da Martina Franca; la città più nobile della Valle d’Itria espressione del barocco pugliese.

Perdoni pdv

I Perdoni sono uomini che partecipano a una processione che li vuole scalzi e incappucciati. Sono “poste”. Girano a coppie i Confratelli del Carmine che, nel pomeriggio del Giovedì Santo, escono dalla chiesa di Maria Santissima del Monte Carmelo muovendosi in un lento pellegrinaggio verso le principali chiese della città. L’abito dei Perdoni si compone di un camice bianco, di un rosario nero, appeso in vita con medaglie sacre, e di un crocifisso entrambi pendenti sulla destra del camice. Poi c’è una cinghia di cuoio nero, attaccata in vita e fatta pendere sul lato sinistro del camice, che rappresenta la frusta che colpì Gesù. Infine è singolare il tradizionale cappuccio bianco, con due forellini all’altezza degli occhi, su cui è posto un cappello nero bordato con nastro blu chiaro. Una processione davvero imperdibile per fedeli, curiosi e amanti della fotografia.

Oltre ai riti religiosi, c’è una ricca pagina di tradizioni gastronomiche ad attendere il turista. Dai taralli di glassa a Martina Franca ai ricchi piatti della cucina povera contadina per il pranzo di Pasqua che prevede, tra l’altro, le immancabili uova.

Visitare la Puglia durante la Pasqua, quindi, consente di apprezzare una nuova visione del territorio non fruibile in altri periodi dell’anno. Il tempo mite nella regione, nel periodo pasquale, aiuta a rendere ancora più godibile la visita dei centri della Valle d’Itria e dei suoi dintorni.

 

 

Domenica a Taranto fra età Bizantina e Medioevo

Domenica a Taranto fra età Bizantina e Medioevo.

141207

Domani, domenica 11 ottobre, è infatti prevista una visita guidata agli ipogei del borgo antico.
L’appuntamento è alle 10 all’ingresso dell’ufficio turistico Iat nella Galleria comunale in piazza Castello.
Il percorso consentirà la visita di cinque/sei ambienti ipogei.
Nel cuore del borgo antico, fra età Bizantina e Medioevo, i visitatori scopriranno spazi abitativi e strade minori. Si tratta di ipogei, inglobati in epoche differenti nelle case soprastanti, composti da ampi ambienti a circa due metri sotto il piano di calpestio e in alcuni si notano tagli di cava riferibili ad epoca greca. Il percorso consentirà la visita di cinque/sei ambienti ipogei.

Il costo dell’escursione è di 5 euro. Iscrizioni sino al 10 ottobre.
Per prenotazioni contattare il 3899935679, oppure mandare un’e-mail di conferma a: prolocotaranto@hotmail.it

Tutto pronto a Taranto per il concertone del 1 Maggio

Tutto pronto a Taranto per il concertone del 1 Maggio.

11107183_10153308064186967_2431225137571481427_n

“Suoneremo a Taranto per la festa del Primo Maggio. Perché Taranto è una città che riassume in modo estremo molte delle contraddizioni del nostro presente ed è una frontiera piena di iniziative di miglioramento che vanno sostenute e testimoniate”.
E questo è uno stralcio di ciò che scrivono i Subsonica, gruppo rock alternativo torinese, sulla loro pagina Facebook. E a Taranto è tutto pronto per accoglierli e per fare la differenza. Torna, infatti, il Concertone del Primo Maggio che dalle 14 animerà la piazza del Parco archeologico delle mura greche.

Si tratta della la manifestazione nata tre anni fa per volere del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, il gruppo di operai e cittadini che si è formato dopo il sequestro degli impianti dell’Ilva e il terremoto giudiziario che ha investito la dirigenza del siderurgico.

Quest’anno, oltre ai Subsonica, saliranno, tra gli altri, sul palco di denuncia tarantino: Francesco Baccini, Mannarino, Officina Zoè, Iosonouncane, Andrea Rivera, Velvet, Ilaria Graziano & Francesco Forni, Brunori Sas, Diodato, Bud Spencer Blues Explosion, Subsonica, LNRipley, Roy Paci & Aretuska Allstars, Marlene Kuntz, Caparezza, Fido Guido e Bestierare. A dare il via al concerto ci saranno artisti emergenti selezionati attraverso l’iniziativa #destinazioneunomaggio.

Un pomeriggio di musica preceduto, al mattino, da un dibattito che avrà per tema “Legalità, quale ingiustizia”.

Il concerto sarà trasmesso in tutta la regione, la Basilicata e la Calabria da JoTv, canale 649 del digitale terrestre, e in streaming su http://www.jotv.tv. Sono previsti anche collegamenti con Radio e Radio Farfalla.

Domenica lungo un percorso mozzafiato

Una domenica lungo un percorso mozzafiato. E’ la strada che costeggia il Mar Piccolo chiusa fino all’anno scorso. Poi, attraverso i social e gli automobilisti determinanti a riaprirla impegnati in gimkane su cumuli di pietrisco sparsi sull’asfalto pur di godere di albe e tramonti unici, la strada è stata resa di nuovo percorribile. Un percorso che rappresenta un piccolo paradiso naturale e dove anche lo skyline dell’Ilva, al tramonto, appare addirittura una poesia.

Mar Picco

Domani, domenica 4 gennaio, la cooperativa Serapia propone attività di trekking proprio lungo la costa del Mar Piccolo. Per riscoprire la natura alle porte della città di Taranto con osservazione di aironi cenerini, fenicotteri, alzavole e altri uccelli acquatici nella Riserva di Palude la Vela. L’appuntamento è alle 10 all’ingresso dell’Oasi Wwf (N 40°28’25,39’’ – E 17°19’28,33’’); dalla Taranto-San Giorgio si svolta allo svincolo per Martina Franca e si trova sulla sinistra poco dopo.
La passeggiata, di bassa difficoltà, si svolgerà lungo sentieri e stradine di campagna, tra canali, pascoli e campi coltivati fino ad intercettare il tracciato della ferrovia militare dismessa che collegava i cantieri di Buffoluto al Cimino. Il percorso è lungo circa 7 km.
L’attività si concluderà alle 16 circa. Pranzo al sacco. Si consiglia: abbigliamento comodo, scarpe da trekking, binocolo e fotocamera.
Quota di partecipazione di 7 euro (3 euro per i bambini fino a 12 anni). Per ogni coppia di adulti un bambino fino a 12 anni partecipa gratuitamente.
Info e prenotazioni: +393665999514

Passeggiate fotografiche a caccia dei colori dell’autunno

Passeggiate fotografiche a caccia dei colori dell’autunno. Da domani, 26 ottobre, fino al 16 novembre, si passeggia tra la natura della “Riserva Bosco Pianelle”.

Bosco Pianelle Taranto

Parte “I colori dell’autunno”, un evento che si inserisce nel programma dell’ Ats, costituita dal Gruppo speleologico martinese, Wwf Martina Franca e Uisp Valle d’Itria, cui è stata affidata la gestione di attività finalizzate alla valorizzazione e promozione del Bosco delle Pianelle.
Lungo diversi sentieri del bosco saranno tenute 3 passeggiate fotografiche, (26 ottobre, 9 novembre e 16 novembre) con guide che porteranno i partecipanti all’iniziativa nei posti più suggestivi del bosco.
Tra felci e alberi monumentali si potranno scoprire gli angoli più suggestivi del Riserva e i colori caldi dell’autunno cogliendone gli aspetti più salienti.
Ai partecipanti, oltre alla macchina fotografica, è suggerito di indossare scarpe da trakking o da ginnastica, giacca antipioggia/antivento e torcia.

Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione, ma l’ingresso al parco è sempre libero e gratuito..
Orario invernale visite:
Lun – Ven 9 – 13
Sab – Dom 9 – 19
Info: 0804400950 e 3207137976
info@riservaboscopianelle.it
Ufficio IAT di Martina Franca (TA)