Domenica a spasso tra le orchidee

Domenica a spasso tra le orchidee per scoprire il sorprendente mondo delle orchidee selvatiche nel Bosco delle Pianelle.

O.sphegodes_coop_Serapia

Lungo i sentieri che si snodano nel bosco, si conoscerà la biodiversità di orchidee presenti nell’area protetta dove si concentra il 70% delle specie note in provincia di Taranto, molte delle quali esclusive della Puglia o rare e localizzate sul territorio regionale. Passando dalle radure del bosco di fragno, al bosco di leccio, a cui si associano il carpino nero e il carpino orientale, si potranno scoprire diverse specie tra cui le rare Platanthera clorantha e Cephalanthera damasonium.
L’attività è promossa dalla Riserva naturale regionale orientata “Bosco delle Pianelle”.
La quota di partecipazione è di 5 euro a persona (3 euro i bambini fino a 12 anni). Per ogni coppia di adulti un bambino fino a 12 anni partecipa gratuitamente.
Appuntamento 9.30 da Simeone Carburante a Martina Franca, raggiungibile dalla S.S. 172 Martina Franca – Locorotondo (N 40°43’3,99” – E 17°19’52,54”).
E’ necessaria la prenotazione al 3665999514

Ryanair, voli low cost e offerte di Pasqua.

Ryanair, le offerte di Pasqua e i voli low cost da Bari. La compagnia aerea irlandese invita a scoprire la suggestione dei riti della settimana santa in Puglia e in Spagna approfittando delle tariffe, a partire da 28.99 euro, per viaggiare ad aprile.

Ryanair

E se i pugliesi potranno apprezzare i riti in programma a Siviglia,  con i voli low cost gli spagnoli potranno scoprire i “Perdoni” tarantini: sono “poste” , coppie, di Confratelli del Carmine, che nel pomeriggio del Giovedì Santo escono dalla chiesa di Maria Santissima del Monte Carmelo, a Taranto, muovendosi in un lento pellegrinaggio, a piedi nudi e incappucciati, verso le principali chiese della città. Tradizionale l’abito dei “Perdoni” che si compone di un camice bianco, un rosario nero, appeso in vita con medaglie sacre e un crocifisso, pendenti sulla destra del camice e una cinghia di cuoio nero attaccata in vita e fatta pendere sul lato sinistro del camice, rappresentante la frusta che colpì Gesù. C’è poi, il tradizionale cappuccio bianco con due forellini all’altezza degli occhi su cui è posto un cappello nero bordato con nastro blu chiaro.

Affascinante anche Siviglia che si carica di un’atmosfera tutta particolare nella settimana che precede la Pasqua. “Migliaia di persone sfilano nelle vie del centro storico della città andalusa  per ricordare la passione, la morte e la resurrezione di Cristo”, commenta John Alborante, sales and marketing manager di Ryanair per l’Italia – Un rito suggestivo che si tramanda dal Cinquecento, che richiama ogni anno circa un milione di turisti da tutta Europa”.
Visitare Siviglia, con voli low cost, durante la ‘Semana Santa’ significa ammirare le sfilate delle 57 confraternite della città nelle processioni di penitenza per le strade e i vicoli del centro storico, dalle chiese dei vari quartieri fino alla magnifica Cattedrale. Sfilate a cui danno vita 60mila “fratelli” travestiti da nazareni, penitenti, portantini e chierichetti.

Nuovo anno, nuove escursioni in Valle d’Itria

Nuovo anno, nuove escursioni alla scoperta della Valle d’Itria a cura del Gal.

L’asino di Martina Franca sarà il protagonista indiscusso della visita che si terrà sabato 4 gennaio a masseria Russoli della Regione Puglia. La masseria, immersa tra gli arbusti di corbezzolo (da cui la stessa prende il nome) rappresenta un vero e proprio gioiello con i suoi 192 ettari di bosco, macchia mediterranea, seminativi e ulivi secolari. Spicca per eccellenza il Centro di conservazione del patrimonio genetico dell’asino di Martina Franca; biodiversità valorizzata e tutelata proprio qui. Affiancati da guide esperte, sara’ possibile effettuare un percorso botanico in collaborazione con l’ufficio Agricoltura della Provincia di Taranto e con l’assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia.

L’appuntamento con l’asino di Martina Franca e’ quindi per sabato 4 gennaio alle 9.30 alla chiesa di Santa Maria del Carmine a San Simone di Crispiano (N 40,614805° – E 17,269416°), raggiungibile dalla SS 172 Martina Franca – Taranto, uscita Crispiano – Grottaglie in direzione Crispiano.
Le escursioni sono gratuite. La prenotazione è obbligatoria. Si raccomanda l’uso di abbigliamento e scarpe comode.
Info e prenotazioni: 348.6284317 – 080.2376648

Da oggi la Fiera del disco a Taranto

20131228-081618.jpgSi inaugura oggi a Taranto, negli spazi del Palafiom, la prima edizione della Fiera del disco, una mostra mercato dedicata alla cultura della musica, con ampia attenzione ai dischi in vinile, ma estesa anche ai cd e a tutti i prodotti inerenti alla musica come riviste, poster, locandine, giradischi vintage e fumetti. Per questa categoria interverranno Enzo Rizzi, autore di “Storia del rock”, Emanuele Boccanfuso della Sergio Bonelli editore che ha disegnato “Nathan never”, Walter Trono che ha realizzato “Dragonero” e il trio Gabriele Benefico, Fabrizio Liuzzi e Gianfranco Vitti autori di “Delitto d’autunno”.

Espositori, provenienti da tutta Italia, metteranno in mostra le proprie collezioni e la merce in vendita. Tra questi ci saranno Ernyaldisko di Genova, Perfect Vinyl di Salerno, Pio Benevenga di Battipaglia (Na), Dishcirozzi di Taranto, Wanted Records di Bari, Mondo Ribelle di Napoli, Franco Sapienza di Bari, Antonio Cascarano di Taranto, Donato Lapomarda di Taranto, Alberto Di Palma di Barletta (Bat), Mirco Moretti di Bari, Backwards Records di Andria (bat) e Valter De Simone di Reggio Emilia.

L’ingresso alla manifestazione e’ gratuito e si potranno trovare dischi e cd di tutti i generi, dal rock’n’roll anni 50 al new metal, passando per funky, soul, disco, rock, pop, reggae, hip-hop, metal, hard rock, jazz, dance, folk, progressive, psychedelia, dark, post punk, gothic, hardcore, ambient, e tanti altri ancora.

Partecipa alla Fiera del disco la liuteria McLiuter di Lizzano con le sue produzioni di chitarre e bassi artigianali e anche accessori per la batteria ed effetti artigianali per chitarra e basso.
La manifestazione si chiude domani.

Locus winter festival, dal 26 concerti free a Locorotondo

Performance live, incontri culturali e dj set, tutti ad ingresso libero. Torna a Locorotondo  il Locus winter festival. Si svolgerà dal 26 al 29 dicembre con eventi distribuiti in diverse location del centro storico.

LOCANDINA_Locuswinter2013-716x1024

Il Locus winter è un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona musica in Puglia. L’edizione “Winter” del festival offre un percorso musicale eterogeneo e di qualità restando fedele all’eccellenza delle proposte che da sempre contraddistinguono il nome e le produzioni di Locus festival.
Il programma della seconda edizione del Locus winter festival riserva al suo pubblico quattro serate di spessore: artisti della scena nazionale e internazionale si esibiranno in performance live, puntellate da aperitivi e da momenti dedicati alle buone letture.
Si parte giovedì 26 dicembre alle 18 presso il locale Docks 101 con la presentazione di “Bam, il jazz oggi a New York”, il libro di Nicola Gaeta che ricostruisce tra le strade e i club newyorkesi una scena multiforme quale è quella della musica afroamericana nella Grande Mela. Si prosegue alle 21 con la Bam live session, esibizione dal vivo della trombettista Fabio Morgera, molto attivo e apprezzato nella scena di New York, supportato eccezionalmente da un inedito combo made in valle d’Itria Giovanni Angelini, Vinx Abbracciante, Camillo Pace.
Intrigante l’appuntamento del 27 dicembre: nella Chiesa della Madonna della Greca di Locorotondo si esibiranno in una collaborazione inedita ed eccezionale Giulia Mazzoni, talentuosa pianista e compositrice, e il Vertere string quartet, formazione pugliese con alle spalle prestigiose collaborazioni in ambito jazz e pop. Un progetto live in anteprima assoluta.
Si prosegue sabato 28 dicembre, sempre nella Chiesa della Madonna della Greca, con l’evento clou: si parte alle 21 con due dei jazzisti italiani più apprezzati all’estero, il trombonista Gianluca Petrella e il pianista Giovanni Guidi, che si esibiscono per la prima volta in Puglia nel progetto Soupstar. La serata continua alle 23 in piazza Vittorio Emanuele con la Silent Disco condotta da Michele Caporosso aka “Dj Wad Suxxx” e Dj Z.i.p.p.o..
Ultimo appuntamento domenica 29 dicembre nella sede del Laboratorio urbano G-Lan, dove alle 18 verrà inaugurata la mostra “Taranto new wave” – Dalla byte generation al Great Complotto”, cui seguirà la presentazione dell’omonimo libro con Sergio Natale Maglio, Girolamo De Michele, Onofrio Romano, Gianluigi Trevisi. Alle 21 parte il dj/vj set di EffettoZero.

Arte contemporanea in mostra a Martina Franca

Si chiama “Il limone dai colori d’oro” ed è una rassegna internazionale d’arte contemporanea  in corso nel Palazzo Ducale di Martina Franca.

mostraartecontemporanea

Si tratta di una mostra di pittura, ceramica, fotografia e poesia visiva curata da Maria Teresa Di Nardo, presidente dell’associazione Sèmata, Enzo Angiuoni, presidente di Art Europa, associazione culturale di arte contemporanea di Avellino, e da Lucia Basile, critico d’arte. La mostra resterà aperta fino al 9 dicembre e sarà possibile visitarla dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 e il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.30.

Al vernissage sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, l’assessore alle Attività culturali, Antonio Scialpi, e  il presidente provinciale Lilt Taranto, Perla Suma.

A Massafra spettacoli e musica nella “Campagna amica”

Campagna amica” è un progetto costituito da produttori agricoli iscritti a Coldiretti e aderenti iniziativa per la quale si impegnano a vendere solo i loro prodotti agricoli, italiani, a km zero. Nel mercato di “Campagna amica” si può fare la spesa in modo sostenibile e responsabile, acquistando prodotti di stagione, selezionati con cura, sempre freschi e di origine italiana controllata e garantita.

Oggi, venerdì 20 settembre, si terrà la manifestazione “Campagna amica” a Massafra (Ta) nell’oleificio della nuova riforma fondiaria. Nel corso della giornata, a partire dalle 16, si terranno convegni e saranno presenti stand di prodotti agroalimentari locali, carne alla brace, vino, birra alla spina. Non non mancherà il divertimento e la musica dei Terraròss, suonatori e menestrelli della bassa murgia, che proporranno il loro spettacolo al limite tra un concerto e uno spettacolo di varietà, nel quale propongono sia brani della loro discografia che i classici della musica popolare, alternando sketch e momenti di ilarità in cui i presenti sono spesso coinvolti.

La performance dei Terraròss ha l’obiettivo sia di far divertire il numeroso pubblico, ma anche quello di riscoprire e valorizzare la cultura popolare. Queste azioni vengono svolte anche attraverso l’uso di strumenti tipici della tradizione, come ad esempio la scattagnola, un tamburellino portatile per tenere il tempo della pizzica, il violino a sonagli, detto anche il violino dei poveri, utilizzato spesso nelle pizziche e nelle tamburiate.

Immagine

Questo e altri strumenti sono realizzati da Biagio De Santo con l’utilizzo di rami d’ulivo, in quanto questo albero ha delle particolarità che ne rendono più facile la lavorazione e concedono allo strumento un suono migliore.