Domenica tra #orchidee e #trekking costiero

Passeggiata di primavera per una domenica tra orchidee selvatiche e trekking costiero in compagnia delle guide della cooperativa Serapìa.

cooperativa-serapia-escursione-orchidee-selvatiche-5

Alle 10 il gruppo amante della campagna è atteso al bosco didattico Ciuchino Birichino sui colli di Ostuni, per ammirare le orchidee selvatiche, autentiche opere d’arte della natura, capaci di attrarre insetti impollinatori e di emozionare numerosi appassionati. Sarà possibile scoprire le orchidee selvatiche Anacamptis morioOphrys lutea, Ophrys apulica, Serapias lingua, per citare alcune, con una piacevole passeggiata tra pascoli con roccia affiorante, radure nel bosco secolare di leccio e macchia mediterranea.

L’appuntamento è domenica 17 aprile al Parco Avventura Ciuchino Birichino (40°43’35.92″N  17°33’14.32″E), facilmente raggiungibile dalla S.P. 17 Ostuni – Cisternino. Una passeggiata che comincerà poco dopo le 10 e si concluderà alle 13. Quota di partecipazione di 8 euro (4 euro i bambini da 6 a 10 anni). Per ogni coppia di adulti, un bambino fino a 10 anni partecipa gratuitamente alla passeggiata. Per l’occasione sono previsti sconti speciali: i partecipanti all’escursione, qualora desiderino effettuare il picnic in bosco al termine dell’ attività, possono partecipare nel pomeriggio ai percorsi sugli alberi* con uno sconto di 2 euro a partecipante; chi invece ha già prenotato per i “percorsi sugli alberi” nel pomeriggio, può partecipare all’ escursione della mattina con uno sconto di 2 euro.

*Per info sui percorsi sugli alberi e sull’ area picnic del Parco Avventura, è possibile chiamare al 3288485157.

Gli amanti del mare potranno, invece, prendere parte al trekking costiero partendo, sempre alle 10 di stamattina, dalla stazione ferroviaria di Polignano a Mare. Si passeggerà sul selciato bimillenario della Via Traiana, passando da una caletta all’altra tra marmitte carsiche e grotte costiere fino a raggiungere la splendida Torre Incina, location dell’ultima puntata della nota fiction Braccialetti Rossi 2. Lungo il cammino ci si servirà, quale unica bussola, del mare e dell‘Isola dell’Eremita, laddove al tramonto si potranno forse veder sguizzare anche dei simpatici delfini.

Il trekking si concluderà con una passeggiata guidata al borgo antico di Polignano a Mare, arroccato su una singolare falesia. Il percorso è lungo 11 km circa ed è di bassa difficoltà. L’escursione si concluderà intorno alle 17. Pranzo a sacco a carico dei partecipanti.

Si consiglia di indossare abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica e di portare la fotocamera. Appuntamento domenica 17 aprile alle 10 alla stazione di Polignano a Mare (40°59’28.00″N  17°13’8.50″E). Quota di partecipazione di 10 euro a persona (6 euro i bambini da 6 a 10 anni).

E’ preferibile la prenotazione telefonando al 328 6474719.

Il mare visto dai colli

Il mare visto dai colli. Appuntamento con il trekking di medio-bassa difficoltà, circa 10 km, domenica 18 maggio, nella campagna di Cisternino. Assieme si attraverserà un mosaico di boschi, trulli, macchia mediterranea, prati fioriti e campi coltivati, al limite della scarpata murgiana che degrada nella piana olivetata verso l’Adriatico.

panorama_monti_Cisternino_Teresa_Zizzi - Copia

Lo sguardo spazierà dai colli fino al mare, immersi nella suggestiva atmosfera delle contrade Marinelli, Pistone e Caranna. Una giornata lenta da trascorrere in compagnia di una guida esperta che spiegherà le piante, gli animali, gli usi e i costumi della gente che abita la Valle d’Itria.
L’attività si concluderà alle 17.30 circa.
Si consiglia di indossare abiti comodi e scarpe da trekking.

Appuntamento alle 10 in piazza Navigatori di Cisternino (teatro comunale “Paolo Grassi”) (N 40°44’27,27” – E 17°25’57,80”).
La quota di partecipazione è di 8 euro (4 euro i bambini fino a 12 anni). Per ogni coppia di adulti 1 bambino fino a 12 anni partecipa gratuitamente.
E’ necessaria la prenotazione al 3665999514

Costa, una crociera Fascinosa e Magica

Costa Crociere inaugura la stagione dal porto di Bari con Costa Fascinosa, e Costa Magica e conferma Bari come un porto di riferimento per Costa Crociere nel Sud Italia e uno dei principali in Italia: nel 2014 sono infatti previsti nel porto pugliese 62 scali.

Costa Fascinosa

Costa Fascinosa

Fino al 18 novembre 2014, Costa Fascinosa partirà da Bari ogni martedì e offrirà l’itinerario di una settimana nel Mediterraneo Orientale “Isole Greche”, che porterà gli ospiti alla scoperta di Grecia e Croazia, con scali a Corfù, Mykonos, Santorini, Dubrovnik e Venezia.

Costa Magica, dal 28 aprile sino al 27 ottobre 2014, parte da Bari ogni lunedì per l’itinerario di una settimana “Mari e Miti”. La crociera farà scalo a Olimpia – Katakolon, Atene-Pireo, Smirne,  Dubrovnik e Venezia. Inoltre, sempre Costa Magica dal 7 luglio al 14 novembre proporrà una crociera di 11 o 12 giorni, tra Grecia e Turchia con scalo a Olimpia – Katakolon, Atene-Pireo, Smirne, Istanbul, Corfù e Venezia.

I clienti Costa di Bari e della Puglia, avranno a disposizione per le loro vacanze anche la possibilità di usufruire della formula Fly&Cruise, che combina in un unico pacchetto il volo da Bari e la crociera sia verso i fiordi norvegesi o le città del Baltico (volo verso Copenhagen e Amsterdam), sia verso le più belle spiagge dell’Egeo (volo verso Creta).

Dal primo luglio sarà attivo anche da Bari l’innovativo servizio Rail & Cruise, realizzato in partnership con Trenitalia, che garantirà al cliente Costa la possibilità di vivere la propria vacanza in modo ancora più rilassato e sereno fin da casa propria. Il servizio prevede infatti che sulle Frecce Trenitalia, verso i principali porti di imbarco della penisola, la compagnia riservi ai propri ospiti una carrozza, un servizio di trasporto bagagli “door to cabin” incluso nel prezzo, un servizio di transfer stazione/porto, l’assistenza Costa in stazione di origine e a bordo (con minimo 15 passeggeri), nonché l’assicurazione del bagaglio.

Una stagione “Preziosa” con Msc Crociere

Una stagione “preziosa” per le crociere da e per la Puglia e per le mete scelte dai crocieristi tra cui la Valle d’Itria. A Bari Msc Crociere ha fatto il suo debutto con Msc Preziosa alla scoperta del Mediterraneo orientale fino a novembre. Un evento che ha segnato l’avvio della stagione crocieristica estiva della compagnia.

Msc Preziosa

Msc Preziosa

Per celebrare la prima toccata della nave nel capoluogo pugliese, sono saliti a bordo i rappresentanti delle autorità e delle istituzioni locali con scambio di crest fra le personalità presenti.
Msc Preziosa partirà da Bari ogni domenica per crociere di 8 giorni e 7 notti verso Grecia, Turchia e Croazia, in direzione di Katakolon, caratteristica cittadina portuale considerata punto d’accesso per la vicina Olimpia; Izmir, città cosmopolita dai meravigliosi viali costeggiati da palme a ridosso della baia; Istanbul, affascinante commistione tra passato e presente con i colorati Bazar. Dopo un giorno di navigazione il rientro nelle acque adriatiche con un’ultima sosta a Dubrovnik, la cosiddetta “Perla dell’Adriatico” nota per la ricca eredità archeologica, e Venezia.
Msc Fantasia invece viaggerà verso Grecia e Croazia, con imbarchi da Bari ogni lunedì da aprile a ottobre per un itinerariosettimanale con tappe a Dubrovnik, l’isola ionica di Corfù, la splendida Santorini, sino a scoprire i fasti delle altre due tappe greche (Atene e Katakolon) prima del rientro in Italia, a Venezia prima e a Bari poi.

Con l’esordio di Msc Preziosa a Bari, Msc Crociere consolida la propria posizione di leadership nel capoluogo pugliese e dà il via alla stagione crocieristica estivaha dichiarato Francesco Manco, area manager Msc crociere. Grazie al posizionamento di due navi ammiraglie da oltre 4.000 passeggeri, la compagnia movimenterà quest’anno in Puglia circa 265 mila passeggeri per un totale di 62 scali”
MSC Preziosa, nave lunga 333 metri e larga 38 metri, è in grado di raggiungere una velocità di 23 nodi e può ospitare fino a 4.345 passeggeri.

Halloween, Putignano si trasforma in un borgo stregato

Notte di Halloween con atmosfera spettrale nel centro storico di Putignano.

Immagine

Nel paese del noto Carnevale del Meridione, da corso Umberto a piazza Santa Maria, sfileranno streghe, vampiri, fantasmi, zombie, fattucchiere e cartomanti in quello che, per una notte, diventerà un “Borgo stregato”. Ma oltre a questo panorama “macabro” non mancheranno mercanti e squisitezze abbinate al contesto. Sarà assicurata la presenza anche di artisti, teatranti e musicisti, pronti a terrorizzare anche i più coraggiosi.

Borgo Stregato è un’idea dell’associazione culturale Trullando che ha ottenuto il patrocinio gratuito del Comune di Putignano.

Info: trullando@libero.it – 3665072676

“Lu paniri te e site”, Palmariggi si colora di rosso melegrane

Con l’autunno torna uno degli appuntamenti più caratteristici dell’ottobre salentino, “Lu paniri te e site”, è la festa in onore della melagrana (detta “sita”, dalla stessa derivazione dal nome greco del grano, “sitos”), simbolo di fecondità.

Immagine

Tre giorni di festa, dall’11 al 13 Ottobre, per le strade del piccolo, ma accogliente comune di Palmariggi, nel Salento, dedicati alla varietà tipica del frutto di questo centro idruntino denominata “dente di cavallo a coccio duro”. L’ottimo frutto dai rossi chicchi dolcissimi troneggia nei “paniri” (cesti di vimini), che gli artigiani del luogo creano lavorando il giunco. Quando la festa si accende le vie del borgo antico di Palmariggi si animano di curiosi che passeggiano qua e là in una particolarissima esplosione di colori, sapori, suoni e profumi. “Paniri te e site” è un evento antichissimo che risale a 4 secoli fa; come da tradizione, la domenica mattina si svolge la fiera-mercato e già all’alba in tutto il centro abitato prendono posizione le numerose bancarelle.

Tante le pietanze, molte a base proprio di melagrana, che saranno a disposizione di tutti i palati, anche dei più esigenti: dagli antipasti ai primi piatti, dagli arrosti di carne alla porchetta Dop di Ariccia. E poi, ancora, i piatti della tradizione contadina salentina (come cicore creste, gnummareddrhi, pittule, pezzetti di cavallo, …); i dolci tipici e le caldarroste, il tutto accompagnato dall’ottimo Negroamaro.

E la musica? Popolare! Tra pizzica e folk, si alterneranno sul palco nei tre giorni di festa i “Briganti di Terra d’Otranto”, i “Mute Terre”, e gli “Scianari”.

 

Taranta e tarantolati, la festa a Melpignano

Si conclude con un “concertone” l’edizione 2013 del festival “La notte della taranta” a Melpignano (LE).

Immagine

Tra la prima e la seconda parte della serata, poco prima dell’esibizione dell’Orchestra popolare “La notte della taranta”,  sarà proiettato il videoclip di “Lu Rusciu de lu mare” realizzato dal Locomotive quartet del sassofonista pugliese Raffaele Casarano con la partecipazione straordinaria di Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro.

Un evento nell’evento più importante dell’estate, un palcoscenico prestigioso per lanciare un lavoro ricco di prime volte: la prima volta di una versione in chiave jazz di “Lu rusciu de lu mare”, uno dei pezzi più conosciuti e simbolici della tradizione popolare salentina, e la prima volta di Sangiorgi a incidere una canzone nel dialetto della sua terra.

E in occasione del suo principale evento, la Fondazione “La notte della taranta” coinvolgerà in un nuovo processo partecipato il grande pubblico, che con la sua presenza anche quest’anno contribuirà al successo della manifestazione.

“Costruiamo la notte della taranta 2014” è il titolo pratica di condivisione che sarà realizzata durante le prove generali e la serata finale.

Saranno diverse le occasioni in cui il pubblico e gli invitati al backstage potranno partecipare, nella forma di una donazione, alla prossima diciassettesima edizione del Festival “La notte della taranta”: il villaggio (per la prima volta allestito ad hoc sui terreni attorno al palco, nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani), il parcheggio ed il braccialetto originale 2013 che sarà veicolato fra la gente da uno staff di giovani salentini.